Dott. Domenico Chirico

Psicologo, Psicodiagnosta

Roma, 08 Giugno 2020

Oggi andrà male

“Non credo che ce la farò”

“È sempre la stessa storia……”

Questi sono solo alcuni dei mille e uno pensieri negativi e intrusivi che potrebbero aver attraversato la tua mente, e magari ristagnato li per giorni e giorni. Drenando energie psichiche ed emotive, hanno il potere magico non solo di farti sentire senza forze, ma soprattutto di farti pensare che non ci sia via d’uscita.

Molto spesso potresti anche essere convinto che tali convinzioni siano reali e non modificabili.

Non è così. Un pensiero intrusivo si forma e ristagna nella tua mente perché serve a mantenerti nello status quo in cui sei. È il risultato di esperienze passate e presenti, e soprattutto è il frutto delle ansie per il futuro.

Più i pensieri sono negativi, più avrai l’ansia per il tuo avvenire. E più aumenta l’ansia, maggiori saranno le tue preoccupazioni. Così le tue energie e risorse se ne andranno per combattere la loro presenza, e in un momento ti ritroverai in quel futuro di cui tanto ti sei preoccupato, ma per il quale non hai avuto tempo per far nulla, perché troppo impegnato nel tuo passato a combattere le ansie.

Devi smettere di pensare al futuro in maniera catastrofica e pessimistica. Lo stress che ne deriva può essere talmente deleterio da alterare il tuo funzionamento non soltanto psichico, ma soprattutto fisico. Le persone che vivono lo stress in maniera negativa e pessimistica vivono peggio e anche meno. Sono molte le ricerche che lo dimostrano.

Alcuni suggerimenti per poter migliorare potrebbero aiutarti.

  • Fai esercizio fisico. Come dicevano i saggi, mens sana in corpore sano. E la scienza lo dimostra senza se e senza ma. Bisogna fare attività fisica. Il nostro corpo è una macchina che deve essere manutenuta, curata e salvaguardata. La cosa sorprendente è che tutte le ricerche dimostrano che chi ha un corpo che “funziona” in maniera adeguata, sta tendenzialmente meglio anche dal punto di vista psichico e affettivo (ma bada bene, questa non è una relazione costante). Curare il proprio corpo è un’attività che ci aiuta non solo a stare bene, ma a non rimanere con le mani in mano. E così i pensieri negativi non hanno tempo per prenderci nelle loro tenaglie e rubare il nostro tempo.
  • Stai con gli amici. Divertiti. Passa del tempo con chi ti fa sentire bene e apprezzato per quello che sei realmente. L’amicizia è uno dei primissimi atti di scelta personale e di autoaffermazione. Possiamo decidere i nostri compagni di viaggio, mentre per esempio non scegliamo i nostri parenti. Sapere bene con chi si vuol stare, e passare del tempo con loro, è un toccasana fondamentale per la nostra longevità e salute
  • Coltiva sempre nuove passioni. Il cervello va nutrito. Con nuove ed entusiasmanti esperienze. Ricercare l’ignoto nelle piccole cose, credere che ci sia sempre qualcosa da imparare, sapere che esistono luoghi ed emozioni da esplorare è affascinante ed estremamente stimolante. Le passioni sono una delle cose più belle che la natura abbia inventato per l’uomo. Poter entrare in noi stessi attraverso la porta delle esperienze e delle sensazioni che offrono le nostre passioni è una delle esperienze più gratificanti che l’uomo possa fare. Ricerca le tue passioni e dai da bere alla tua anima.
  • Non stare troppo senza far niente. I pensieri negativi e ricorrenti trovano la loro casa nell’ozio. Per natura sono noiosi, grigi, pigri e stantii. Rimangono li come se fossero delle pulci. Non gli piace far niente e sono sempre uguali a se stessi. Se tu stai fermo, se non hai nulla da fare, evidentemente ti verranno a trovare. E più pensi a loro, più loro pensano a te. Insomma, muoviti e non pensarci. E loro se ne andranno, perché con gente in movimento come te, loro, non si trovano bene.
  • Costruisci una sana routine giornaliera. E qui casca l’asino. La cosa difficile da fare è cominciare. Devi avere una rountine giornaliera ben scandita e programmata. E per cominciare, crea una routine mattutina. Doccia fredda, journaling, attività fisica, lettura, mindfulness. Queste sono solo alcune delle cose che puoi fare per migliorare le tue performance affettive e cognitive. E soprattutto per allontanare da te i pensieri negativi. Non pensare alla fatica di cominciare, ma alla gioia del viaggio che ti attende.

Insomma, per poter mandare via questi ospiti molto scomodi ci sono molte cose da fare. Certo, non sono facili e non le puoi cominciare tutte insieme. Ma se mai cominci, mai finisci. Il bello, in questo caso, è che non finisci mai. Infatti, il benessere può sempre migliorare, e fortunatamente ci possiamo lavorare tutta la vita.

Buon viaggio!